fbpixel
Braceria Voglia di Carne 2.0

LE CARNI


Le carni sono selezionate con la massima cura e provengono principalmente dal territorio salernitano. L'Azienda Agricola Caterina Persico alleva la pezzata rossa locale e gli incroci di Limousine e Charolaise. Nella braceria, poi, vengono serviti i tagli più pregiati di Rubia Gallega, Sashi finlandese, Angus, Kobe, Chianina Piemontese e Manzetta Prussiana (occhio: la Manzetta Prussiana non è una razza, ma una selezione di carni provenienti dalla Masuria, ex Prussia Orientale, che ha un livello di marezzatura appena inferiore al Wagyu di Kobe).

Braceria Voglia di Carne 2.0

GLI INSACCATI


Dalla macelleria di famiglia provengono gli insaccati proposti per antipasto nella Braceria Voglia di Carne 2.0. I salumi vengono prima prodotti e poi stagionati nei laboratori dei Di Feo-Pepe. Alcuni degli insaccati made in Voglia di Carne sono la soppressata salernitana, il salame di capra e maiale, la salsiccia al pistacchio di Bronte e quelle di bufala o di cinghiale.

Braceria Voglia di Carne 2.0


LA COTTURA


«Il punto non è saper scegliere la migliore carne – dice Salvatore Di Feo – il punto è saperla cucinare. Oggi si spende volentieri per la qualità ma poi a casa la cottura non è all'altezza. Per cui, nella nostra Braceria Voglia di Carne 2.0, abbiamo deciso di cuocere alla brace come da tradizione, massimizzando l'attenzione nei confronti dei valori nutrizionali delle carni. La differenza la fanno i tagli, la temperatura di cottura e il grasso». E anche la frollatura: la steakhouse, infatti, ha un frigorifero apposito a vista, con carni che hanno dai 50 giorni di frollatura in su. Il carbone utilizzato per la cottura, poi, è quello di leccio italiano.

Braceria Voglia di Carne 2.0

LA CANTINA


La stessa cura è posta anche nella scelta dei vini. Quello della casa proviene dalla Cantina Coralluzzo di Pugliano, mentre dalla Costiera Amalfitana giungono i rinomati vini Furore di Marisa Cuomo. E poi ancora quelli del Cilento come il Centore della Cantina Cesaro, o quelli pugliesi e siciliani (Primitivo di Manduria e Syrah)